femminicidio – pretendiamo di meglio:vivere!

femminicidio

Pretendiamo di meglio: vivere!


“Succede 120 volte l’anno in media, un giorno si e due no, che un uomo ammazzi una donna in Italia”, perchè l’ama troppo, perchè lui è innamorato e lei non più, perchè lei lo rifiuta e lui non sopporta più, perchè lui accecato dalla gelosia l’ha vista con un altro, perchè lei l’ha tradito.
Lui l’amava, per questo l’ha uccisa.

Quanto spesso sentiamo queste parole strillate dai telegiornali, stampate in prima pagina sui quotidiani, rifilateci come storia rosa conclusasi drammaticamente? Quanto spesso queste vicende diventano carne da macello di riviste gossip e vasi pomeriggi di mediaset (e non)…

E’ romantico, è drammatico, è dimostrazione estrema di un sentimento immenso e irriducibile a sole parole, a quotidianità, a vita…per questo amore diventa omicidio; amore diventa percosse, amore diventa coltellate, amore diventa segregazione, amore diventa paura…

E’ la “cultura” dell’uomo passionale mediterraneo, non possiamo farci niente, così ci dicono, così pare…

L’impulso animale forse, o forse la predisposizione di una società ad accettare certi
meccanismi, ad abbracciarli come normalità, naturalezza legata all’indole istintiva; una società che ha accettato il delitto d’onore fino al 1981, che ha considerato lo stupro delitto contro la morale pubblica (e non contro la persona…) fino al 1996.
Cosa pretendiamo?
Pretendiamo di meglio…VIVERE
 

Leave a reply

required

required

optional